Sottoscrizione di una quota

Per utlizzare TS2 è necessario acquistare una sottoscrizione una quota, destinata a coprire i costi di manutenzione e rinnovo dell'infrastruttura. L'acquisto di una quota dà diritto all'utilizzo in via esclusiva di una certa quantità di risorse di calcolo, misurata in giorni/core, da utilizzarsi nei 12 mesi successivi al versamento della quota. Ad esempio, acquistando 1000 giorni/core, è possibile far girare esperimenti che utilizzano 4 core in parallelo per un totale di 250 giorni oppure, in alternativa, esperimenti che facciano uso di 100 core per un totale di 10 giorni. Nell'ambito di una stessa quota, è possibile richiedere la creazione di più utenze. In tal caso, le risorse consumate dalla diverse utenze saranno aggregate e concorreranno al raggiungimento del limite di cui sopra.

 

Sono previsti due livelli di sottoscrizione 

  Giorni core Utenze Associabili
Base 5000 3
Gruppo 30000 12

Per consentire un utilizzo corretto e condiviso delle risorse di calcolo di TS2, le utenze ascrivibili ad una stessa sottoscrizione non possono impegnare, allo stesso tempo, oltre  256 core e 512GB di memoria, per al massimo 100 ore. Inoltre, in ogni dato momento un utente non può avere più di 10 job attivi contemporaneamente.

E' inoltre disponibile anche un free tier che consente l'accesso alle risorse di calcolo di TS2 senza alcun pagamento per lo svolgimento di esperimenti di taglia medio-piccola.

  Giorni Core Utenze Associabili
Free 100 1

Il free tier da accesso a risorse più limitate: 16 core, 32GB e massimo 2 job in parallelo.

Considerazioni sul consumo di risorse

Le quote sono state scelte dimensionate sulla base dell'analisi dei dati storici di consumo. Una sottoscrizione base è solitamente sufficiente a soddisfare la quasi totalità delle esigenze applicative. 
Tuttavia, un uso errato o non meditato dell'infrastruttura di calcolo potrebbe portare ad un rapido consumo delle risorse disponibili. Per questo motivo, occorre tener conto dei seguenti fattori:

  • il numero di core richiesti
  • il numero di nodi richiesti
  • La quantità di memoria riservata

Il numero di core agisce da moltiplicatore del tempo di utilizzo e un job da 200 core può consumare in tre settimane oltre 4000 giorni di tempo core; è quindi
consigliabile assicurarsi che i propri job sfruttino la presenza di più processori e, in ogni caso, richiedere esattamente il numero di processori che saranno poi utilizzati, senza sovrastime. 

Il numero di core richiesti viene suddiviso tra i nodo coinvolti: se l'esperimento non è appositamente strutturato per sfruttare più nodi è probabilmente meglio mantenere
questo parametro a 1 per non riservare core su altre macchine dove rimangono inutilizzati.

La memoria risevata all'esecuzione di un job è strettamente legata al numero di core riservati. Per ogni core, la ram riservabile è al massimo di 2GB e nel caso si ecceda  il numero di core riservato per job viene incrementato automaticamente per riportare la memoria per core sotto questa soglia. Ad esempio, se si chiede per l'esecuzione di un certo job un totale di 64GB, questo comporterà l'allocazione automatica di 32 core. Si consideri inoltre che se è stata richiesta più di una cpu ed è stata specificata la memoria per ogni cpu la correzione viene fatta per ogni cpu: 10 cpu e 3GB per cpu portano ad una reservation di 20 cpu non 15.

Il comando
squeue -o"%.7i %.15j %.15a %.15u %.2t %.10M %.6D %.4C %.10r"

permette di visualizzare quanti core sono stati riservati per un dato job.
Informazioni più dettagliate su come ottenere informazioni sui job o sullo stato del proprio account sono in questa pagina.